info@ordineavvocatienna.it     0935 504355

Al Signor Presidente del Consiglio dei Ministri
Prof. Avv. Giuseppe Conte
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Al Signor Ministro degli Affari Esteri
On.le Luigi Di Maio
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Al Signor Ministro della Giustizia
On. Avv. Alfonso Bonafede
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alla Presidente f.f. del CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE
Avv.ta Maria Masi
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Al Coordinatore dell’ORGANISMO CONGRESSUALE FORENSE ROMA
Avv. Giovanni Malinconico
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Enna esprime profondo cordoglio e infinita indignazione per la morte della giovane collega turca Ebru Timtik, condannata per terrorismo dopo un processo iniquo e sommario.
Ebru Timtik è morta da martire, dopo 238 giorni di sciopero della fame per protestare contro il regime di Erdogan che, negandole un "giusto processo", l'ha ostracizzata per la sua unica vera colpa: aver patrocinato la difesa degli oppositori del governo! Con coraggio e fierezza, ha onorato la toga fino alla fine, senza mai barattare, nemmeno per un minuto, la libertà di pensiero e di parola e di critica.
Quando in uno Stato si inibisce il diritto di Difesa e lo si reprime con processi iniqui, è definitiva la morte dei diritti e delle libertà di ciascuno!
Gli avvocati di Enna stigmatizzano aspramente quanto accaduto nella vicinissima Turchia; esprimono tutta la loro solidarietà e vicinanza ai colleghi turchi in questo momento così difficile e delicato della loro vita politica e professionale. Si uniscono alla protesta dell'avvocato Aytaç Ünsal , anch'egli rinchiuso ingiustamente nelle carceri turche e anch'egli in condizioni di salute precarie per l'intrapreso sciopero della fame. Chiedono che l'Avvocatura italiana, il Governo e l'Unione Europea intervengano significativamente ed energicamente affinché venga immediatamente liberato Aytaç Ünsal e affinché in Turchia e ovunque venga garantito il Diritto di difesa con un giusto processo.
Quando un avvocato muore per aver esercitato liberamente la propria professione, muore anche lo Stato di Diritto.
   Il Presidente Coa
Avv. Salvatore Spinello

 

News

Amministrazione Trasparente

  • VERBALE ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI ALL’ALBO DEGLI AVVOCATI DI ENNA

    Leggi tutto...